Nonostante i segnali di ripresa registrati nelle ultime gare, la partita contro la Seap-Dalli Cardillo di Agrigento ha riservato alla formazione oplontina una sconfitta amara alla quale non è possibile ricorrere in appello. La trasferta ha impegnato la formazione campana ad Agrigento, contro la prima della classe attrezzata con un roster creato per conquistare la serie A, in quella che si sapeva sarebbe stata una gara difficile.

Già dai primi punti giocati nel primo set si capisce che questa non è la serata della Fiamma, le ragazze di coach Salerno scendono in campo senza quel piglio che le ha rese delle guerriere che non mollano mai anche nelle condizioni più difficili, fatto sta che il primo parziale passa in un battito d’ali e si chiude con il drammatico punteggio di 25 a 12 per Agrigento. Stessa scena anche nel secondo set, una arrendevole GIVOVA consegna il set alla capolista con il punteggio di 25 a 14 senza combattere.

Solo nel terzo parziale abbiamo visto l’ombra di quella GIVOVA che ci ha tanto entusiasmato, buona la partenza delle oplontine che riescono a prendere la misura alle avversarie e trovare gli spazi giusti per mettere a segno i propri attacchi, rimanendo attaccate alla Seap-Dalli Cardillo e raggiungendo anche il primo set point del set. Ancora un finale di set rovente per la Fiamma ma la tensione del match, il peso della trasferta e lo sfavore del campo hanno piegato l’ago della gara verso le siciliane che chiudono il terzo, sotto pressione, 27 a 25.

“La partita di stasera era proibitiva - conferma coach Salerno a fine gara – ma oltre agli indiscussi meriti delle avversarie ho notato troppi passaggi a vuoto della mia squadra, questo ha impedito di attuare tutto il lavoro fatto in settimana. Purtroppo questa sensazione l’ho avuta già dai primi scambi ed è stato difficile cambiare il verso della gara. Pensiamo alla prossima gara contro Isernia, vietato sbagliare!”

Il prossimo impegno della GIVOVA Fiamma Torrese Volley sarà nuovamente in trasferta, sabato 29 febbraio alle 18 ad Isernia le ragazze di coach Salerno dovranno dare un chiaro segnale di ripresa.