Un programma di eventi ricchissimo che ruota attorno alla coltivazione del frutto della longeva tradizione agricola gragnanese. Arte, cultura, tanta buona musica e soprattutto la regina dell’enogastronomia dei Monti Lattari: la ciliegia di Castello. Questa sera e domani si terrà nel Borgo Castello a Gragnano la Festa della Ciliegia che dopo 25 anni cambia nome e veste per diventare Borgo in Ciliegia.

L’evento sarà arricchito da momenti musicali e culturali. Nei cortili e nei portoni del borgo si terranno mostre pittoriche e scultorie nel modello della rievocazione storica. Trio di fiati e quartetti di archi allieteranno la passeggiata dei visitatori tra le stradine del borgo di Castello.

Nella piazza del Borgo ci sarà il punto di degustazione sia per le ciliegie sia per i prodotti tipici di Gragnano, dove non mancheranno la pasta ed il vino. Inoltre si terranno presentazioni di libri e momenti dibattito.

Sarà disponibile anche un servizio navetta con partenza da Piazza Amendola [Piazzale della Ferrovia] dove si potrà parcheggiare l’auto ed usufruire dei minivan che attraverseranno la magica Valle dei Mulini per arrivare fino al Borgo di Castello.

In occasione dell’evento, Momag, l’Associazione Moda Mare Artigiani Gragnanesi, parteciperà mettendosi in gioco con tante iniziative. All’interno di un portone antico del borgo saranno esposti una serie di capi della collezione creata dalle aziende facenti parte dell’associazione e saranno proposti laboratori pratici per i bambini, con lo scopo di far conoscere e avvicinare i più piccoli al mondo della moda mare. Inoltre, il giorno 19 giugno, sulla scalinata della Chiesa di Santa Maria dell'Assunta al Borgo Castello, ci sarà un défilé che presenterà le creazioni di tutti gli associati, realizzate con tessuti preziosi, dallo stile curato. Simone Alfano, promettente attore gragnanese, presenterà la sfilata e la collezione che è stata realizzata appositamente per l’evento: dal disegno del tessuto ai modelli, tutto completamente ispirato alla Ciliegia di Castello.

FOOD. La festa sarà ovviamente anche legata al cibo. Nel borgo sarà possibile intraprendere un'esperienza gastronomica sapientemente pensata che vedrà protagonista la Ciliegia, ma anche i prodotti tipici di Gragnano, come la pasta e il vino. Questo il menù:

Sabato 18 giugno
- Fusilloni con pecorino romano pepe nero e cremoso di Ciliegia di Castello
- Lardiata
- Stuzzicheria: Ciliegine dei Monti Lattari, diavoletto dei Monti Lattari, salame paesano e misto di tarallini
- Dolce a scelta tra: Babà, aragostina o crostatina alla ciliegia
- Ciliegie in cuppetiello
- Vino o acqua

Domenica 19 giugno
- Fusilloni con pecorino romano pepe nero e cremoso di Ciliegia di Castello
- Barzanella con friggitelli
- Stuzzicheria: Ciliegine dei Monti Lattari, diavoletto dei Monti Lattari, salame paesano e misto di tarallini
- Dolce a scelta tra: Babà, aragostina o crostatina alla ciliegia
- Ciliegie in cuppetiello
- Vino o acqua

“È con orgoglio - ha detto il sindaco di Gragnano Nello D’Auria - che celebriamo la grande bellezza del nostro territorio e delle qualità organolettiche della nostra ciliegia con un evento dalle atmosfere uniche. Parliamo di un’eccellenza che va preservata e valorizzata così come fanno da sempre i coltivatori che ben custodiscono le tecniche per mantenere le peculiarità di un prodotto unico. Altrettanto bella è la grande sinergia che si sta creando tra tutte le forze attive del territorio, Pro Loco, associazioni, volontari, artisti, appassionati, che guidati dall’amore per la città stanno diventando parte integrante della nostra programmazione strategica”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"