Noto speaker sportivo perde la vita. La sua voce era nota a tanti amanti della corsa in tutta la Campania.

Marco Cascone da un anno non lavorava, come tanti nel suo ambiente professionale. La tragedia, questa mattina, quando il suo corpo è stati ritrovato nella sua abitazione. Appassionato dello sport e della vita, il suo periodo nero era cominciato con la crisi Covid. Giornalista sportivo, in queste ore, sono tanti ad essere affranti. Difficoltà a fare arrivare una ambulanza sul posto per constatarne la morte, tutte impegnate nel trasferimento di pazienti per l'emergenza Covid.

In tanti in queste ore lo piangono. Tutti ricordano la sua incredibile voce. Un messaggio di dolore arriva anche dal sindaco.

La sua morte lascia un vuoto in tutti coloro che lo hanno conosciuto, ma lo lascia anche in tutte quelle società che hanno avuto il piacere di sentirsi raccontare attraverso lo strumento più riconoscibile, il suo marchio di fabbrica. Istruttore di atleti, speaker, appassionato, uomo di sport: insomma di tutto e di più in una sola persona che si è votata animo e corpo all’attività più amata, il podismo. Non sarà facile abituarsi ad altra voce, farà strano a tanti corridori sentirsi chiamare con un tono diverso da quello conosciuto. Marco ha salutato tutti, di sicuro continuerà a far sentire la sua presenza nei cuori di chiunque lo abbia amato.