Non ha versato tasse su apparecchi da gioco per quasi due anni. La Guardia di Finanza ha sequestrato preventivamente beni per 113mila euro a un imprenditore di Gragnano, grazie a un provvedimento emesso dal Gip del tribunale di Torre Annunziata, su richiesta della Procura.

Nei guai è finito il rappresentante legale di una società operante nel settore della gestione di apparecchi da gioco. Dalle indagini è emerso che il titolare ha omesso il versamento dall'agosto 2019 delle trattenute all'erario di giochi per oltre 100mila euro.

Le fiamme gialle hanno quindi bloccato un conto corrente con circa 3600 euro e provveduto al sequestro di un appartamento e un box auto pari a circa 113mila euro.