Tanti bambini in lacrime. Un ragazzino si sente male mentre in migliaia dicono addio ad Alessandro. Un lungo applauso ha accolto l'arrivo del feretro del tredicenne precipitato dalla finestra della sua cameretta una settimana fa.

La bara bianca è arrivata prima delle 11 nel chiostro di Sant'Agostino quando erano già in tantissimi sul sagrato della chiesa a pochi passi da piazza San Leone. All'uscita le note della canzone di Blanco "finché non mi seppelliscono sto con te" hanno accompagnato il volo di palloncini bianchi.

CLICCA QUI PER LA PHOTOGALLERY

Già alle dieci di questa mattina ad accoglierlo alcune migliaia di persone, con in testa il sindaco Nello D'Auria. Quando la bara bianca ha varcato la soglia del chiostro si è levato un lungo applauso. I primi ad arrivare sono stati i compagni della sua squadra di basket. Nel frattempo i commercianti di Gragnano hanno abbassato le saracinesche per il lutto cittadino e hanno deposto una corona bianca all'ingresso della chiesa. Una folla ha rapidamente riempito il chiostro per stringersi attorno alla mamma, Katia Buonopane e al papà Nello Cascone. Nel silenzio rotto solo dai singhiozzi sono risuonate le parole del vescovo Alfano: "Affidiamo la breve vita terrena a dio. Un giorno ci ritroveremo insieme per rivivere quell'amore che ci ha unito in terra".

Tanta la commozione tra i piccoli amici di Ale uno strazio senza fine.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto

vai al video