Scuole chiuse e alunni impegnati in lezioni al computer con i loro insegnanti. Stamattina Il comitato “Genitori scuola sicura”, che rappresenta oltre 100 famiglie di genitori di alunni di tutti gli Istituti Scolastici cittadini di ogni ordine e grado, si è incontrato con il Sindaco di Gragnano, Paolo Cimmino, al comune per chiedere chiarimenti sullo stop alle lezioni in classe, dopo un breve rientro in aula. Oltre al Sindaco erano presenti altri membri dell’amministrazione comunale e del Consiglio tra i quali: Nello D’Auria, Mario D’Apuzzo, Giulio Pepe, e Monica Sorrentino. Scrivono i genitori: "Il nostro comitato vuole rappresentare proposte attuative e di programmazione nel breve e medio periodo per permettere ai nostri figli di rientrare a scuola in sicurezza. Ci dissociamo dal dualismo che si è venuto a creare non solo a Gragnano, ma in tutta la Campania, a causa di evidenti strumentalizzazioni tra pro e contro. Noi rappresentiamo i nostri figli e quelli di tutti i cittadini gragnanesi che in coro chiedono la loro salvaguardia da tutti i punti di vista. Siamo consci che il rientro in presenza dei nostri figli debba avvenire solo quando saranno garantite le massime condizioni di sicurezza e sulla scorta delle indicazioni che arriveranno dalle autorità sanitarie competenti.   La nostra presenza in aula consiliare, oggi ci ha permesso di avanzare proposte pensate e adeguate al territorio della nostra cittadina, dal coinvolgimento dei volontari del servizio civile per evitare assembramenti fuori agli Istituti scolastici, alla riorganizzazione degli orari delle attività commerciali in funzione degli ingressi scolastici, dall’implementazione del coordinamento dei trasporti pubblici alla campagna di sensibilizzazione diretta ai cittadini sui corretti comportamenti da mantenere in tempo di COVID e la corretta conoscenza delle procedure necessarie dei casi Covid-19 accertati nelle scuole. Non da ultima l’istituzione di un tavolo permanente di confronto che si riunisca periodicamente per verificare lo stato di avanzamento delle proposte da noi avanzate per affrontare e superare insieme le criticità che si possono riscontrare nell’attuazione delle misure e dei provvedimenti che le autorità comunali, sanitarie e scolastiche devono garantire per un rientro a scuola degli alunni in sicurezza. Siamo felici che l’amministrazione, nella persona del Sindaco in particolare, abbia accolto positivamente le nostre istanze rendendosi disponibile al confronto periodico come richiesto, e ad essersi resa disponibile a rendere pubblici e regolari i dati relativi all’andamento epidemiologico di Gragnano, nel rispetto delle gerarchie della comunicazione istituzionale, al fine di rendere chiare le scelte restrittive dettate dalle ordinanze. Ci sentiamo ottimisti perché oggi è stato solo un punto di inizio, un piccolo passo che però ci apre al dialogo e all’unione di intenti tra Amministrazione, Scuola e Famiglie nel garantire il rientro in aula in sicurezza e un’educazione in presenza che resta fondamentale per la crescita dei piccoli e giovani gragnanesi".