Una lite sul fondo di solidarietà che ha ulteriormente incrinato i rapporti con il sindaco. A Gragnano la campagna elettorale è iniziata da tempo, seppur sotto traccia da qualche settimana. L’ultimo scontro ha riguardato la destinazione del fondo di solidarietà. Circa 550mila euro che negli scorsi anni sono serviti per progetti di solidarietà, buoni pasto e altro.

“Oggi però non sappiamo questi fondi a cosa serviranno – ha spiegato il presidente della commissione Bilancio Luca De Riso -. Negli anni scorsi abbiamo chiesto confronto, com’era giusto che fosse, con le forze di opposizione. Ma qualcosa dev’essere cambiato”.

Giovedì scorso, infatti, in occasione dell’ultimo consiglio comunale al quale il gruppo di Gragnano Hub non ha partecipato, sempre più in aperto contrasto con il sindaco, Cimmino ha spiegato che “l’utilizzo dei fondi sarà oggetto di delibera”, escludendo così ogni tipo di confronto con le altre forze in campo.

“E’ stata dimostrata ancora una volta scarsa volontà di partecipazione e di condivisione – ha concluso De Riso -. Ora non sappiamo come verranno utilizzati questi soldi. Ci aspettavamo molta più partecipazione politica”.