E’ partita ufficialmente l’era Cimmino 2.0. Si è tenuto nella serata di giovedì 21 luglio il primo consiglio comunale a Gragnano con a capo, nuovamente dopo l’interruzione di un anno e mezzo fa, Paolo Cimmino.

Ufficializzati e presentati al pubblico nuova giunta e nuovo consiglio, tra maggioranza ed opposizione. Al termine, il discorso del primo cittadino, visibilmente emozionato dopo la vittoria alle elezioni di giugno scorso.

“Sono convinto – ha dichiarato Paolo Cimmino - che la collaborazione sia necessaria. La maggioranza avrà l’impegno di provarci, nella fattispecie per salvaguardare i grandi progetti in cantiere per questa città. Conosco quasi tutti i consiglieri in quest'aula e, se penso anche alla passata consiliatura, sono convinto che l’interesse esclusivo per Gragnano verrà protetto, così com’è avvenuto con la questione Puc, con un voto allora unanime”.

Le parole di Paolo Cimmino poi virano sulla cittadinanza, compresi quelli presenti – almeno un centinaio - in aula consiliare per l’occasione: “Il mio appello va a tutti i cittadini gragnanesi, affinché abbiano un ruolo importante nella vita politica e sociale e non facciano mai mancare il loro apporto di critiche costruttive e di consigli. Perché la loro partecipazione – ha continuato non è limitata alla scadenza elettorale, ma deve e dovrà essere confronto costante, in modo da essere l’elemento aggiuntivo e determinante di questa consiliatura”. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"