Fumata nera a Gragnano. Le prove d’intesa nel centro destra sono fallite. Si allontana sempre di più la “stretta di mano” tra Nello D’Auria e Patrizio Mascolo. E’ questo l’esito delle riunioni effettuate nei giorni scorsi per arrivare all’obiettivo della candidatura unica di centrodestra.

L’occasione di fare fronte comune contro il sindaco uscente Paolo Cimmino sta quindi sfumando con il passare dei giorni, senza una possibile chiusura positiva dell’intesa. Dalla Regione Campania ci hanno provato più volte: la consigliera Annarita Patriarca però finora non è riuscita nell’intento. Lunedì in programma la riunione decisiva, in cui sarà dato il classico ultimatum all’esponente di Gragnano Hub. L’indicazione certa è che, però, il candidato del centrodestra sarà Patrizio Mascolo.

D’Auria, dal canto suo, sembra intenzionato ad andare avanti, con o senza appoggi. Da tempo il leader del gruppo di Gragnano Hub aveva coltivato il sogno della fascia tricolore. Da quando poco più di un anno fa aveva raccolto le indicazioni del sindaco Paolo Cimmino sulla sua intenzione di non ricandidarsi. Qualcosa deve essere cambiato visto che Cimmino da tempo ha manifestato la sua volontà di proseguire la sua avventura politica alla guida della città. Probabilmente sarà stato questo a innescare nella mente di Nello D’Auria di voler continuare a inseguire la candidatura a primo cittadino.

le prove d'intesa