È un parente del boss Nicola Carfora, meglio conosciuto come "'o fuoco". Sulle sue tracce da lunedì sera i carabinieri di Gragnano.

Gli investigatori cercano l'uomo che ha sparato in una pizzeria del centro ad un giovane di 28 anni, che ha dichiarato di non averlo mai conosciuto fino a quando non gli ha puntato una pistola in faccia. Gli inquirenti lo hanno identificato grazie alle telecamere della videosorveglianza. I carabinieri cercano il pregiudicato di 32 anni, che ha esploso due colpi di pistola in una pizzeria al centro di Gragnano, per poi rimettersi in auto e fuggire. 

E' stato operato oggi il giovane di Sorrento di 28 anni, incensurato, ferito per motivi che ha spiegato di non conoscere. Secondo quanto ha raccontato ai suoi amici si trovava a Gragnano per accompagnare un'amica a fare una visita medica. Mentre aspettava il suo ritorno, il giovane si è recato in una pizzeria. E' stato avvicinato da un uomo, ha detto, a lui sconosciuto, che gli ha puntato una pistola in faccia. Il giovane ha tentato di scappare ma l'aggressore gli ha sparato contro ferendolo alla natica ed alla caviglia e poi è scappato. Nessuna rissa, ha sottolineato in queste ore, spiegando che non conosce nessuno nella zona.

"Non conoscevo questa persona, non frequento né Gragnano né la vicina Castellammare di Stabia, né ho avuto alcun problema con nessuno in pizzeria", ha confidato ancora a chi lo conosce. E il suo aggressore è in fuga da due giorni.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Le rivelazioni

L'agguato