Una svolta per la rete fognaria di Gragnano. Finanziato il progetto da 9,1 milioni di euro destinato a cambiare il futuro della città.

Il Comitato Esecutivo dell'Ente Idrico Campano, guidato dal Presidente Luca Mascolo, si è riunito stamani all'interno della sala consiliare del Comune di Agerola presso il Museo Casa della Corte. Nell’ambito della riunione sono stati approvati una serie di provvedimenti che rientrano nella strategia adottata per risolvere alcune delle principali criticità ambientali della Campania.

Nell’ambito del protocollo di intesa siglato tra EIC, Regione Campania e Gori, è stato approvato all’unanimità, il progetto definitivo per il completamento della rete fognaria del comune di Gragnano. Le risorse saranno impiegate per eliminare gli scarichi delle acque reflue in ambiente con la restituzione della funzione di ricettori delle sole acque bianche per il Torrente Vernotico ed i suoi affluenti mediante la raccolta ed il convogliamento degli attuali scarichi fognari presso il depuratore di Foce Sarno.

Soddisfatto il sindaco Nello D’Auria: “Una giornata epocale per Gragnano. Come ha sottolineato il Presidente Luca Mascolo, grazie ad una instancabile attività perseguita in questi luoghi anni, siamo riusciti a far inserire le opere necessarie in questa programmazione di interventi. Si apre una nuova stagione - conclude D'Auria - per Il turismo gragnanese, per la Valle dei Mulini e per l’intera città”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"