Ha tagliato il braccialetto elettronico per raggiungere l’ex moglie a Gragnano. Finisce di nuovo in carcere un 42enne di Pompei, perché evaso dal regime di arresti domiciliari cui era finito da poco, dopo essere scato in carcere per maltrattamenti in famiglia.

I carabinieri l’hanno arrestato nuovamente. Da qualche giorno, all’uomo era stata sostituita la misura cautelare dalla detenzione in carcere agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico, per tracciarne gli spostamenti ed evitare possibili evasioni.

Ma il 42enne non ha esitato a raggiungere l’ex moglie in una struttura protetta. Ha tagliato il cinturino, è fuggito dalla sua abitazione e si è diretto a Gragnano, nella casa in cui la donna era stata ospitata dopo le vessazioni subite.

Ha fatto di tutto per incontrarla. L’allarme generato dalla manomissione del braccialetto, però, ha attivato immediatamente il 112 e i carabinieri sono arrivati sul posto prima che l’uomo potesse fare del male alla ex moglie.

Al controllo, il 42enne ha fornito generalità false, sperando di ingannare i militari che, però, lo conoscevano bene in viso. Dopo le formalità di rito, l’uomo è ora in camera di sicurezza in attesa di giudizio. Dovrà rispondere di evasione e falsa attestazione sulla propria identità.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"