San Giorgio a Cremano.  Primo raduno interregionale del sud Italia delle Guardie Ecozoofile Ambientali di “FARE AMBIENTE” il Movimento Ecologista Europeo. A San Giorgio nella cornice di Villa Bruno uomini delle guardie, ufficiali in rappresentanza di altre Regioni e aspiranti, per fare il punto sulla sinergia con le altre forze dell’ordine e sul vastissimo quadro operativo del Corpo. Il comandante regionale della Campania Saverio Mascolo ha presentato l’incontro e le relazioni sono state tenute da Francesco Della Corte, Segretario Nazionale di Fare Ambiente e dal Capitano di Fregata Rosario Meo Capo del Compartimento Marittimo di Torre del Greco.

Emerge il sempre maggiore ruolo degli uomini del Fare Ambiente inseriti ormai nelle numerose tipologie di controlli e vigilanza ambientale cui sono chiamati ma anche quale  supporto  e collaborazione con le forze dell’ordine in tutti i settori del controllo ambientale. Le guardie ambientali campane hanno una sede anche a San Giorgio e da poco un’altra sede in un bene confiscato alla camorra a Giugliano proprio nella terra dei fuochi. E’ questa anche una delle sedi in cui si tengono i corsi di formazione per il personale interessato a svolgere questa attività.  

La tutela dell’ambiente e delle specie animali e vegetali del territorio resta l’attività principale ma da qualche anno il corpo effettua anche attività di vigile accertatore dei reati ambientali di prevenzione e repressione dei reati eco-zoomafiosi, a partire dai piccoli controlli che si fanno sulla raccolta differenziata e fino agli scarichi abusivi, nonchè di educazione ambientale del cittadino attraverso interventi nelle scuole, convegni e manifestazioni pubbliche. Uomini che hanno alla base lo stretto legame con il proprio territorio e l’attaccamento alla divisa. Le Guardie Ambientali stanno stipulando numerose convenzioni con i Comuni Vesuviani per lo svolgimento di corsi di informazione  e proprio il comune di San Giorgio, che ospita una sede delle “guardie” non sarebbe ancora tra i Comuni che hanno sottoscritto  la convenzione con “Fare Ambiente” per ufficializzare la loro attività di controllo sul territorio. In Campania le guardie ambientali sono circa 200 e in Italia circa 900. Di collaborazione sinergica con le Forze di Polizia della Marina nel settore dei reati marittimi ha trattato il Capitano Rosario Meo.

di Claudio Di Giorgio