Hanno preso il via oggi in carcere gli interrogatori di garanzia in programma per 14 dei 25 indagati, finiti ieri nel mirino del pm della DDA di Napoli, Maria Di Mauro, con le accuse a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e spaccio di droga.

I primi a comparire dinanzi al gip del Tribunale di Napoli sono stati nell’ordine Gaetano Fedeli, 24 anni di Torre del Greco (ora recluso a Poggioreale) e Nora De Rosa (39, sempre di Torre del Greco, oggi in cella a Santa Maria Capua Vetere). Entrambi, difesi dall’avvocato Giuseppe De Luca, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere e per ora restano in carcere in attesa di riesame.

Fissato invece a domani, nel penitenziario irpino di Sant’Angelo dei Lombardi, l’interrogatorio di garanzia per Giorgio Fedeli (42), marito di Nora De Rosa. La coppia di coniugi, secondo l’Antimafia partenopea, era a capo della “holding” che avrebbe rifornito di cocaina, hashish e marijuana le piazze di spaccio di Palinuro e di Pisciotta. “Holding” che, come si legge nelle 543 pagine dell’ordinanza di custodia firmata dal pm Di Mauro, utilizzava anche due “corrieri” minorenni, istruiti ad hoc, per sfuggire ai controlli dei carabinieri.

"NO-COMMENT" al giudice

Il retroscena

L'inchiesta

I nomi degli arrestati

La droga ai minori

L'operazione