San Giorgio a Cremano guarda ad un nuovo modello educativo e tra le iniziative focalizzate sui più piccoli, inserisce anche un evento dedicato ai genitori e agli insegnanti. Lunedì 13 marzo, alle ore 17.30,  presso il cinema Pierrot di Napoli, si svolgerà la proiezione del docufilm “I figli della libertà”, che pone un interrogativo su un percorso educativo alternativo, definito homeschooling e analizza il modello scolastico attuale.

La proiezione  avverrà in contemporanea in altre città italiane e al termine del film si svolgerà un dibattito, durante il quale verranno affrontati i temi legati alla didattica e all'educazione dei figli, alla presenza dei registi della pellicola, Luca Basadonne e Anna Pollio, del sindaco Giorgio Zinno  e del coordinatore del Laboratorio Regionale Città dei Bambini di San Giorgio a Cremano. 

Il film racconta la scelta educativa fatta da due genitori per la loro figlia, Gaia: per lei hanno provato un percorso alternativo, senza voti, né materie, né compiti, che ha puntato sul trarre insegnamento dalla vita, dal confronto e dai viaggi. Può funzionare? È possibile per un bambino imparare in modo non convenzionale? E la scuola può rinunciare al linguaggio autoritario ed essere veramente democratica? 

"Il lavoro che l'amministrazione di San Giorgio a Cremano svolge per la crescita dei più piccoli, attraverso la Città dei Bambini, comprende anche temi seri come l'educazione e i modelli didattici - spiega il sindaco Giorgio Zinno - ed è naturale accogliere e promuovere iniziative rivolte ai genitori e agli insegnati che ogni giorno svolgono il delicato compito di formare la coscienza e la cultura dei bambini. Il modello della Città dei Bambini è già imitato in altre città d'Italia proprio perché, attraverso le attività che mettiamo in campo, sappiamo stimolare scelte educative e offriamo la possibilità di sperimentare nuovi progetti e nuovi linguaggi".