“Tutti nascono come originali, ma molti muoiono come fotocopie”. È questa una delle espressioni più famose del giovane beato Carlo Acutis, di cui oggi si celebra la memoria liturgica. Al beato Carlo Acutis l’amministrazione comunale di Ottaviano, con delibera di giunta numero 128 del 26 ottobre 2021, ha inteso intitolare i giardinetti di via Ammirati, a San Gennarello.

Dice il sindaco Biagmio Simonetti: “Carlo è un giovane del nostro tempo: moderno, poliedrico, pieno di vita, che una leucemia fulminante lo ha portato via in poco tempo, ad appena 15 anni. Pur di giovanissima età, la sua è stata una esistenza pienamente vissuta al punto da essere un esempio per i ragazzi della sua età e non solo. La sua vicenda, infatti, ha suscitato profonda ammirazione al punto che è molto amata in tutto il mondo. Appassionato di musica, calcio e videogiochi, si adoperava tantissimo per aiutare gli ultimi e usava le sue competenze informatiche per creare siti web attraverso i quali diffondere i suoi valori umani e cristiani”.

Aggiunge il primo cittadino: “I giardinetti sono un luogo di incontro e di dialogo tra giovani e ragazzi, bambini e famiglie. Intitolare questa area attrezzata al giovane Carlo è un richiamo costante alla sua vita, ai valori che ha trasmesso, alle virtù che ha vissuto. Grazie a don Raffaele Rianna per la sensibilità con cui ha proposto questa iniziativa all’ente”


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"