Nemmeno il tempo di festeggiare i tre punti, che avvicinano prepotentemente la Turris alla soglia salvezza, che l'esultanza lascia il posto alla tensione. Latente. Sul terreno di gioco del Liguori si accende un acceso parapiglia al triplice fischio del direttore di gara. La situazione torna alla normalità nel giro di qualche minuto.

Grave l'accusa rivolta dalla società pugliese, che dalla propria pagina facebook accusa il presidente corallino Giuseppe Giugliano d'aver colpito al volto un proprio calciatore, Fabio Lamorte.

Non si è fatta attendere la reazione di Giugliano, che ha affidato le proprie spiegazioni alla propria pagina social. Afferma di non aver colpito nessuno, il presidente corallino, ma di essere semplicemente intervenuto nel parapiglia generale per dividere i tesserati coinvolti.

Stando alle informazioni raccolte, pare che a scatenare il tutto sia stato lo sputo di un calciatore pugliese all'indirizzo di un corallino.

 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"