Inaugurata con un  grande festeggiamento  a Barra nella sede  di Villa Spinelli la riapertura del Servizio Sanitario di  Riabilitazione della “Cooperativa Sociale Madre Claudia”. Caparbietà e passione sono i sentimenti che hanno animato i 36 ex dipendenti del Centro Ester,  rimasti senza lavoro circa due anni , per riportare in vita l’area sanitaria staccatasi dal  Complesso della Associazione Centro Ester.  Una grande manifestazione di solidarietà e di augurio si è tenuta nella  sede  di Villa Spinelli cui hanno partecipato  amici parenti,  cittadini, estimatori,  dei  36 dipendenti che sono riusciti a riprendersi il proprio lavoro dopo oltre due anni di fermo  e di scioperi attraverso il nuovo progetto di  Cooperativa. 

La Presidente  della nuova Cooperativa  Cinzia  Luiso ha voluto ringraziare in particolare l’Ingegnere Dario Boldoni  e l’avvocato Vincenzo Vivis per il loro sostegno nell’iter   amministrativo e burocratico  lungo e complesso e il dirigente dell’ASL Napoli 1  del Distretto della Riabilitazione Dr. Nicola Abamonti che ha sostenuto  l’organizzazione nella realizzazione del nuovo difficile progetto.   

E’ stato proprio il  Dr. Abamonte,  commosso,  a chiarire senza mezzi termini  che sarebbe stata  la  “cattiva amministrazione”  del Centro Ester  che a suo tempo amministrava assieme le due attività  sportiva e sanitaria,  a costringere i lavoratori alla condizione di  senza lavoro  e senza stipendio  gettandoli così  nello  sconforto più profondo  e costringendoli a scioperare per  riacquisire i loro diritti . Per circa due anni  quindi è stata sospesa l’assistenza sanitaria e gli  importanti servizi  ai pazienti  come  assistenza  riabilitatoria  neuromotoria , logopedia, psicoterapia ,  interventi elettromedicali  e quantaltro  per  giovani e anziani bisognevoli di tali servizi,  appartenenti principalmente all’area del disagio  della periferia di Napoli,  il quartiere  Barra.

Ora finalmente si aprono nuovi scenari e nuove possibilità  a favore dei dipendenti e degli utenti  dopo che si sono separate  le due attività , sportiva e sanitaria  un tempo  gestite  dal solo “Centro Ester” , in attesa che si realizzi il necessario accreditamento istituzionale della attività presso la Regione Campania  . “ E’ una  gioia indescrivibile – dichiarano i  dipendenti della Cooperativa  - senza  questa nuova organizzazione non avremmo potuto iniziare alcunchè . Ora abbiamo grandi orizzonti e questa sera gioiamo per questa nuova avventura  e condividiamo con tutti  speranze, progetti e  sogni”.