Dopo la scorpacciata in Europa League ai danni del Club Brugge, il Napoli di Sarri ha fatto letteralmente un sol boccone della Lazio nel posticipo di ieri sera al San Paolo. I biancocelesti sono stati travolti 5-0 in una gara tatticamente perfetta disputata dagli azzurri che ottengono anche la prima vittoria in campionato.

IL RITORNO AL GOL DI HIGUAIN – Il protagonista principale della serata è stato senza alcun dubbio Gonzalo Higuain, autore di una doppietta che ha contribuito al pesante passivo della Lazio. L’attaccante argentino non andava a segno dal 30/08/2015 (quando realizzò 2 reti nella sfida casalinga contro la Sampdoria). Si tratta della seconda doppietta personale in campionato che lo fa salire a quota 4 nella classifica marcatori dopo 4 giornate (media sin qui di 1 gol a partita).

I PREZIOSI ASSIST DI ALLAN – Una volta assorbiti lentamente i carichi della preparazione estiva, il brasiliano sta pian piano dimostrando le sue qualità a suon di assist vincenti (ben 3 tra Campionato (2) ed Europa League (1)) e gol (2 reti in quattro giornate di Serie A).

L’UNDICI TITOLARE – Per far fonte ad una Lazio letteralmente falcidiata dagli infortuni (Candreva, Biglia, Morrison, Klose e de Vrij), ma con Djordjevic recuperato, Sarri ha deciso di ritornare al suo caro e classico 4-3-1-2. La difesa è praticamente la stessa vista al San Paolo nella prima partita di Europa League: ReinaHysaj(che nel suo ruolo naturale ha fatto una buona prova in Coppa), AlbiolKoulibalyGhoulam (ritornato a riprendersi la corsia mancina). La buona prova contro il Brugges ha fatto guadagnare a Jorginho la maglia da titolare nella cabina di regia, anche contro la Lazio. L’italo-brasiliano è stato affiancato da Allan e Hamsik, rispettivamente posizionati sulla destra e sulla sinistra della metà campo. Si rivede Insigne trequartista dietro le punte Higuain e Callejon, quest’ultimo reduce dalla doppietta di giovedì sera.

LA PARTITA – Il Napoli fa inizialmente fatica a produrre gioco, ma al minuto 14 riesce a sbloccare il match:Higuain con una finta di corpo si libera di Hoedt e dal limite scaglia un destro a incrocio sul primo palo: Marchetti letteralmente immobile. Gli azzurri crescono d’intensità col passare dei minuti e al 35’ raddoppiano: palla geniale di Insigne per Allan che di piatto fulmina Marchetti in uscita.

Nella ripresa, Pioli toglie Mauri e Lulic inserendo rispettivamente Felipe Anderson e Milinkovic-Savic per provare a raddrizzare la gara, ma Insigne trova il terzo gol azzurro al 47', dopo un'azione spettacolare di Higuain. L’argentino firma poi il poker al minuto 59 capitalizzando un bel lancio di Hysaj. Al 79’, Gabbiadini completa la cinquina, grazie alla precisa imbeccata di Allan che trova il corridoio vincente.

 

NAPOLI-LAZIO 5-0

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (15' st David Lopez); Callejon, Higuain (20' st Gabbiadini), Insigne (29' st El Kaddouri).

A disp.: Rafael, Gabriel, Maggio, Henrique, Chiriches, Strinic, Valdifiori, Chalobah, Mertens. All.: Sarri.
Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Hoedt, Radu; Parolo, Onazi; Keita, Mauri (1' st Milinkovic-Savic), Lulic (1' st Felipe Anderson); Matri (29' st Djordjevic).

A disp.: Berisha, Guerrieri, Gentiletti, Konko, Braafheid, Patric, Cataldi, Oikonomidis, Kishna, . All.: Pioli.
 

Arbitro: Damato

 

Marcatori: 14', 59’ Higuain (N), 35' Allan (N), 47’ Insigne (N), 79’ Gabbiadini (N)
 

Ammoniti: Lulic, Mauricio (L); Koulibaly (N)

Vincenzo Fiorenza


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"