Una mano al pianeta ed al futuro delle prossime generazioni. Con questo obiettivo il Pastificio Setaro lancia sul mercato la pasta proveniente da agricoltura biologica.

Linguine, spaghetti, rigatoni e penne sono i quattro formati che verranno prodotti nello storico stabilimento di Torre Annunziata e che avranno una lavorazione completamente bio.

I grani utilizzati, coltivati nei campi di Puglia e Marche e moliti a Corato, avranno la prerogativa di essere biologicamente puri, dalla coltivazione alla trafila.

L’obiettivo è quello limitare l’uso di additivi, di ingredienti non biologici con funzioni principalmente sensoriali – spiega Vincenzo Setaro, titolare e patron dell’azienda di famiglia – Ridurre l’uso di micronutrienti e ausiliari di fabbricazione alimentari, in modo che siano utilizzati soltanto nei casi di impellente necessità tecnologica o a fini nutrizionali specifici. Abbiamo fatto un investimento importante per la nostra azienda. – continua Setaro – Da oggi lavoreremo con due linee intercambiabili di produzione con nuove misure di controllo per impedire il contatto e la mescolanza tra i due impasti”.

Packaging dedicato per il percorso bio: a differenza della classica confezione bianca e blu, la pasta bio sarà venduta in confezioni bianche e verdi e sarà identificata dal regolamento CE 834/07 E CE 889/08.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"