Immobile segna e poi va diritto verso la telecamera. "Porca puttena" è il modo del bomber di Torre Annunziata per festeggiare il tiro in porta contro la squadra turca consolidando il risultato con la prima vittoria dell'Italia agli Europei. E lo stesso farà poi Insigne. "Mi sono commosso dalla gioia" ha commentato Lino Banfi. Il comico, tifossimo della Roma, ha poi raccontato il retroscena.

"Per me quel ‘porca puttena' gridato da Immobile e Insigne è come un David di Donatello. Mi sono commosso. E non è detto che non diventi lo slogan degli Europei – spiega all'Adnkronos – Pensate che gli Europei finiscono l'11 luglio che è il giorno del mio compleanno, quindi se vincono devono venire a farmi gli auguri. Ne faccio 85, che si fanno una volta sola". "Giovedì, alla vigilia della partita, ho mandato un mio video a Chiellini, che conosco da molto tempo, per caricare i ragazzi e il CT, chiedendo di farlo vedere a tutti. Nel video dicevo a Mancini: ‘Mister, mi raccomando Spinazzola-Immobile. E quando arriva il gol devi far dire al ragazzo porca puttena'. E così è andata".

Poi, però,  il gesto di Immobile ha sorpreso lo stesso Banfi: "Quando ho visto il passaggio Spinazzola-Immobile e il gol, non ho fatto in tempo a chiamare mio figlio per dirgli che era andata come avevo detto, che ho visto sulla TV Immobile correre verso la telecamere e gridare ‘porca puttena'. Mi sono commosso dalla gioia. Mi hanno detto che anche io ho fatto commuovere loro, perché nel video ad un certo punto dicevo: ‘Fin qui vi ho parlato da Oronzo Canà, ora vi parlo da Lino Banfi. Io sono vicino agli 85 anni, sono al primo tempo supplementare e forse farò anche il secondo. Ma voi siete giovani e adesso spetta a voi farci sognare'… E così è stato".