Un silenzio assordante, quasi inspiegabile. Anche per il raggiungimento di un grande risultato a livello mondiale, l'Amministrazione Comunale di Torre Annunziata ha deciso di non proferire parola. Tolto un post asettico pubblicato sabato sera, poco dopo il triplice fischio finale di Napoli-Lazio, non c'è stata alcuna dichiarazione ufficiale da parte di nessun esponente politico di Torre Annunziata, a partire dal sindaco, per i grandi traguardi raggiunti da Ciro Immobile.

Il bomber di Torre Annunziata ha vinto per la terza volta la classifica marcatori, eguagliando il record di gol (36) in una singola stagione di Higuain. Inoltre è stato il terzo italiano della storia, dopo i campioni del mondo Toni e Totti, a vincere la Scarpa d'Oro. Tutti risultati che avrebbero finora meritato più di un'attenzione da parte di chi rappresenta la città.

Però né Ascione, che finora ha avuto poca fortuna anche con la grana Giraud riguardante il Savoia, né l'invisibile assessore allo sport Roberta Ramondo (che mai è stata un punto di riferimento per le deleghe a lei affidate, tra cui anche la Pubblica Istruzione) hanno voluto finora dare merito a Immobile.

Probabilmente a breve potrebbe esserci anche una cerimonia con la consegna della solita targa di riconoscimento, ma nulla cancellerà la snobbatura che ha ricevuto Ciro Immobile, che sta portando con onore il nome di Torre Annunziata nel mondo.

Foto Salvatore Gallo Agenzia Foto e Fatti