"Quando indossi questa maglia le critiche fanno parte del gioco, ma mi dispiace a volte non avere avuto lo stesso trattamento degli altri, sembrava io non facessi parte dei 26 che hanno vinto l'Europeo e questa è una cattiveria gratuita".

Così Ciro Immobile oggi dal ritiro di Coverciano dove insieme ai compagni sta preparando la gara con la Svizzera venerdì a Roma, decisiva per le qualificazioni mondiali, cui seguirà la trasferta di lunedì con l'Irlanda del Nord. "So che i numeri che ho con la Lazio non sono gli stessi che ho in Nazionale ma certi paragoni non si possono fare".

"In azzurro giochiamo 7-8 partite l'anno e non sempre arriviamo al top della condizione - ha aggiunto l'attuale capocannoniere della Serie A - Io vorrei fare qui gli stessi gol ma non tutto ciò che desideriamo ci riesce. Comunque sono contento di essere tornato e ringrazio il ct per le bellissime parole che mi ha dedicato". 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"