Traditi da quel 'fare sospetto' che non è sfuggito all'occhio dei militari, che dopo un vistoso inseguimento hanno arrestato il 20enne Andrea Langella e il 26enne Salvatore Carpentieri (quest'ultimo vicino al clan Gallo-Cavalieri). 

I due sono stati notati nel rione Provolera, in sella a uno scooter in largo Fabbrica d'Armi. Evidentemente, però, non sono stati capaci di dissimulare il timore di un controllo dei carabinieri, motivo per cui si sono dati alla fuga. I militari li hanno quindi inseguiti e bloccati poco dopo, a seguito fra l'altro di colluttazione. 

Langella ha tentato di disfarsi di una pistola semiautomatica con matricola abrasa calibro 9 corto, trovata con 7 cartucce nel caricatore e colpo in canna.
L’Arma, che era stata munita di puntatore laser, è stata sequestrata e verrà inviata al Racis di Roma per verificare il suo eventuale utilizzo in fatti di sangue o intimidazione.
Gli arrestati dopo le formalità di rito sono stati rinchiusi nel carcere di Poggioreale. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto