“Da vesuviano a vesuviano, desidero esprimere all’amico Ciro Falanga, mio conterraneo oltre che collega d’Aula e di gruppo parlamentare, tutta la mia personale e fraterna solidarietà per il vile atto intimidatorio di cui è rimasto vittima”. Lo dichiara, in una nota, il senatore Pietro Langella (Alleanza Liberalpopolare-Autonomie). “Sono originario di Boscoreale - spiega il senatore di ALA - cittadina confinante con Torre Annunziata. Due Comuni, i nostri, troppo spesso finiti sulle prime pagine dei giornali per fatti di cronaca nera e giudiziaria di cui avremmo volentieri fatto a meno”. Per Langella: “solo chi vive ed opera in queste realtà del Napoletano, solo chi ne conosce a fondo le problematiche e le difficoltà che le attanagliano, solo chi capisce, per averlo sperimentato sulla propria pelle, cosa significhi assumersi il coraggio di certe decisioni anche impopolari, può comprendere cosa si provi e soprattutto, cosa si patisca in circostanze del genere”. “Conosco Ciro, fiero e coraggioso operatore del Diritto, e so che non si lascerà intimidire. Sono anzi certo che continuerà a testa bassa e ancora più deciso di prima, nella battaglia contro la criminalità che sta portando avanti, con lodevole impegno, tra i banchi della Commissione Antimafia. Al contempo - conclude il senatore Langella - lancio un appello alle autorità ed agli organi inquirenti affinché, da un lato si assicurino alla giustizia gli autori del vergognoso e assurdo gesto e dall’altro si assicuri la tutela dell’incolumità del senatore Falanga”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Starita risponde a Falanga

Le indagini

La replica del collaboratore

La solidarietà di Casillo

La replica del senatore

L'incendio