“Piuttosto che pensare a rom e immigrati, caro Iovane, mi preoccuperei di chi va via da Torre Annunziata”. E’ lo sfogo di Salvatore Avvisato, il segretario cittadino dei Giovani Democratici oplontini a seguito della decisione di Mauro Iovane di far stampare – e indossare – magliette con slogan pro Salvini, per rinsaldare il suo passaggio alla Lega.

Uno sfogo deciso, che preannuncia un prossimo consiglio comunale carico di “tensione”. L’ex consigliere comunale, ex leader di 3C, ha creato una scossa nella maggioranza di Ascione, che ha respinto ogni richiesta di dialogo con l’opposizione e parlato a lungo con i gruppi politici della sua squadra al fine di strutturare una nuova alleanza che avrà come primo obiettivo quello di non far rinviare nuovamente l’assise, come è capitato l’ultima volta.

Una notizia positiva per il primo cittadino oplontino è che, nei giorni scorsi, il fronte “Progressisti e democratici” si è compattato nuovamente e intende proseguire il lavoro iniziato poco più di un anno fa con Ascione, salutando il passaggio di Iovane e far fronte comune con il sindaco.

Proprio Iovane ha incassato l’ultimo “pollice verso” del suo passaggio in Lega, da parte di Salvatore Avvisato: “Pensasse più – riferito al neo leghista – ai giovani che sono costretti sempre più ad andare via abbandonando la propria terra per potersi creare un futuro. Stampare magliette provocatorie inutili toglie tempo a discussioni utili, solo per avere una propria visibilità per scopi politici personali a danno dei propri elettori e dei cittadini torresi. Forse è proprio per questo motivo che non si può avviare un confronto con un soggetto politico che esordisce predicando odio e razzismo del proprio leader nazionale – ha concluso Avvisato - piuttosto che essere propositivi lanciando idee e proposte concrete in consiglio comunale per migliorare le sorti della propria collettività”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai al video

ascione ci riprova: nuovo consiglio comunale

L'apertura alla verifica di maggioranza