Criticato, ma alla fine ha avuto ragione lui. Ciro Immobile è diventato ieri campione d’Europa, dopo la vittoria dell’Italia ai rigori contro l’Inghilterra a Wembley. Tante le critiche ingenerose piovute sul bomber di Torre Annunziata, sostituito nella ripresa dal ct Roberto Mancini.

Dopo aver segnato due reti nella fase a gironi, Immobile si è reso protagonista di gare di grande sacrificio, che non sono state apprezzate nemmeno tanti concittadini. Ma nonostante tutto la vittoria Ciro l’ha meritata tutta.

L’attaccante della Lazio ha trovato sfogo sui suoi profili social. In particolare ha preso spunto anche da una citazione di suo fratello Luigi. “La prendo in prestito –ha scritto su una storia Instagram- In un anno Scarpa d’Oro e Campione d’Europa. Continuate a parlare, nel frattempo continuo a vincere. Magnatev u limone”.

Stessa risposta, anche se più colorita, al commento della moglie Jessica Melena. Immobile entra così di diritto nella storia dei più grandi del calcio italiano. Cancellata anche l’onta della mancata qualificazione di 5 anni fa ai Mondiali in Russia.

Un premio agli sforzi di Ciro. Non male per uno che a Sorrento era finito per essere un guardalinee di parte durante una gara….

Il particolare

Il commento di papà Immobile

la storia

La gioia di Ciro

La vittoria storica