Il Plan B, locale notturno fra Castellammare e Torre Annunziata, avrà una nuova vita. La discoteca del clan diventa ufficialmente un bene del Comune. Stamattina l’Agenzia dei Beni Confiscati ha effettuato la consegna formale delle chiavi del bene confiscato all’ufficio patrimonio dell’ente comunale insieme al dottor Antonio Arzillo, responsabile dell’ufficio comunale per i beni confiscati.

Queste le parole del sindaco di Castellammare Gaetano Cimmino. “Un altro passo in avanti per riconquistare pezzi di città, sottratti alla camorra e pronti per essere restituiti alla comunità stabiese. Stiamo lavorando ad un progetto di rilancio e riutilizzo di quel bene, sulla scia del percorso virtuoso già messo in campo per la riconversione in chiave sociale di tutti i beni confiscati alla criminalità organizzata presenti sul territorio.

Ringrazio le forze dell’ordine e la Prefettura per l’eccellente lavoro svolto ogni giorno, senza sosta, in sinergia con l’amministrazione comunale per il contrasto alla criminalità e il ripristino della legalità nella nostra città".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"