La Fiamma Torrese perde ancora una vola in trasferta, non riuscendo ad invertire un "trend negativo", insolito per una squadra che, nelle scorse stagioni, ha fatto del carattere e del cuore la qualità principale. Le ragazze di mister Adele Salerno cercavano la prima vittoria esterna stagionale contro la Severiana Montescaglioso, squadra già matematicamente retrocessa, ma è chiaro che il rilassamento seguito alla conquista matematica della permanenza in B2, ha pesato non poco sull'andamento dell'incontro.

Il tecnico delle oplontine, così come annunciato alla vigilia, ha fatto ruotare tutti gli effettivi disposizione, regalando minuti a tutte le sue giocatrici. Scelta ponderata quella di coach Adele Salerno, che sfrutterà questo scorcio finale del torneo, per valutare in modo attento dove intervenire, in modo da permettere alla Fiamma Torrese di volare alto nella prossima stagione.

L'impressione è che questo gruppo, tecnicamente, abbia poco da invidiare alle prime della classe ma pecchi di "concentrazione" nei momenti decisivi; ed anche la gara di Montescaglioso ha rispecchiato l'andamento generale della stagione. Tutte le ragazze della Fiamma Torrese hanno giocato "sotto tono" ad eccezione di Maria Russo e Federica Inserra che, con una grande prestazione di orgoglio e tecnica, hanno tenuto a galla la squadra senza, però, riuscire a trascinare le compagne.

Maria Russo, forte centrale della formazione di Torre Annunziata, commenta così la situazione: “Abbiamo perso e ci dispiace moltissimo, perché avremmo voluto cancellare lo zero nella casella vittorie in trasferta; tenteremo di farlo nell'ultima gara esterna a Benevento. Questa gara rispecchia il nostro andamento stagionale: alla fine di ogni partita, dopo una sconfitta, abbiamo sempre dentro qualche rammarico, qualche rimpianto. Purtroppo le stagioni ‘non positive’ capitano a tutti e, probabilmente, quest'anno per la Fiamma Torrese è stato così. Di positivo – continua – c'è il nostro gruppo, davvero fantastico e unito. Per me è stato il primo anno alla Fiamma ma sono stata accolta in modo eccezionale. Conoscevo il nostro coach, anche se non mi ha mai allenato in precedenza, mentre le altre hanno rappresentato una graditissima sorpresa. Non ho ancora programmi per la prossima stagione – conclude Maria Russo –, per il momento ringrazio la società, lo staff tecnico, le compagne e il pubblico di Torre Annunziata”.

Altro commento di fine gara arriva da Federica Inserra, volto storico della Fiamma Torrese: “Questa gara è stata la cartina di tornasole della nostra stagione: rimaniamo sempre con l'amaro in bocca, con dentro un senso di incompiutezza. Dopo aver perso il primo set, abbiamo stradominato il secondo, poi si è spenta la luce. Il mio ruolo naturale è libero ma ho giocato da attaccante, così come a me chiesto dalla nostra allenatrice, anche per permettere a compagne più giovani di accumulare minuti ed esperienza. È inutile dire che per la Fiamma Torrese io giocherei in qualunque ruolo, perché questa maglia è la mia seconda pelle. Ci resta il rammarico – dice – di aver reso meno del nostro potenziale ma poi sarà la società a valutare come e in che modo si potrà migliorare in vista della prossima stagione. Non ho programmi per il futuro – conclude Federica Inserra – inizierò a pensarci dopo Benevento”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto