Qualcuno ha iniziato a definirlo brunch e, in effetti, molti si divertono a consumare quello che ormai è diventato un vero e proprio trend, mangiare all’americana.

Contrariamente alla tradizione culinaria del Bel Paese, che vuole il pranzo o la cena come il momento fulcro della giornata, a tavola, quello in cui si riunisce la famiglia, la colazione incarna lo stesso valore negli Stati Uniti.

In barba alle nostre più radicate tradizioni, sono sempre più le persone che mettono da parte la pizza del sabato sera o il pranzo della domenica, per vivere questa esperienza nuova e frizzante.

La colazione all’americana, infatti, non è solo sedersi a tavola come nessuno sa fare meglio di noi, quanto provare nuovi gusti, conferire un po’ di brio e movimento a un momento statico della giornata.

Senz’altro va provata prima o poi nella vita. Ma perché non organizzarla in casa? 

Gli ingredienti di una colazione a stelle e strisce

Pancetta croccante, uova strapazzate, bicchieroni di spremute d’arancia o latte, muffin e loro, gli immancabili pancake.

Questi sofficissimi dischi di pastella appena dorati e irrorati da un dolcissimo nettare chiamato sciroppo d’acero, rappresentano la colazione americana per eccellenza.

Non serve osare, quando si vuole portare a tavola un piatto della tradizione. Seguire la ricetta dei pancake classici senz’altro aiuterà a riscuotere successo tra gli invitati.

Ma se proprio non potete fare a meno di personalizzare, allora sbizzarritevi a condirli e decorarli con ottimi ingredienti tutti italiani, come frutta fresca, gelato, marmellata e crema di nocciole.

Loro però non sono gli unici protagonisti, molti altri piatti caratterizzano la colazione americana.

Alcuni esempi? Uova, come volete, al tegamino, alla benedict, strapazzate, alla coque o sotto forma di frittate, ma anche cookies, muffin, french toast.

Insomma, c’è l’imbarazzo della scelta.

Quali utensili servono per prepararla

Nulla che già non abbiate in casa.

Stampini per i muffin e piastra per i waffle, probabilmente, sono gli attrezzi più specifici per preparare la colazione americana, perché vengono impiegati solo in queste ricette.

Porta uova, caffettiera, brocca, ciotole, piatti, posate, padelle antiaderenti, proprio per uova e pancake, completano il servizio, per non far mancare nulla ai propri commensali.

Come apparecchiare la tavola per essere alla moda

Dipende da quanto volete che la colazione sia a tema americano. In effetti le tavole statunitensi non sono apparecchiate poi in modo così diverso dal nostro.

Ogni posto è allestito con posate, bicchiere alto per il latte freddo o il succo di frutta, piatto piano per adagiarci ogni manicaretto.

I pancake vengono generalmente impilati uno sull’altro e viene fatta cascare su questa torre golosa qualunque topping possa servire a condirli e insaporirli. I puritani dovranno restare fedeli allo sciroppo d’acero.

In alternativa, c’è la colazione salata, che prevede due strisce di bacon con accanto salsiccia e patate saltate o uova strapazzate.

Se poi volete una tavola più scenica, allora qualche festone, tovagliolini a tema o semplici bandierine americane, posizionate qua e là, renderanno meglio l’idea del contesto.

 Qualora non ve la sentiste proprio di mettervi ai fornelli, di locali specializzati nel brunch americano, ormai, ce ne sono a centinaia anche in Italia.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"