La nave della carità prende il largo il prossimo 21 ottobre, con a bordo i giovanissimi ospiti delle Opere di Carità del Santuario, per un piccolo viaggio che parla di solidarietà. Insieme ai bambini ed ai ragazzi dei Centri Educativi del Santuario mariano, dalla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia, ci sarà anche l'Arcivescovo di Pompei, monsignor Tommaso Caputo, e a Sorrento saranno accolti dall'arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia, monsignor Francesco Alfano.

La nave raggiungerà la città di Sorrento, dove, ad attenderla, ci saranno i sindaci dei comuni della Penisola Sorrentina. Il piccolo viaggio, attraverso il lembo di mare che bagna una regione difficile come la nostra, vuole simboleggiare il cammino che il Santuario della Vergine del santo Rosario di Pompei e tutte le opere di carità fondate dal Beato Bartolo Longo compiono quotidianamente verso l'altro, il fratello più povero, più bisognoso, più debole. Questo, dunque, lo scopo dell'iniziativa organizzata da fratel Filippo Rizzo delle Scuole Cristiane, direttore del Centro Bartolo Longo: far conoscere il difficile viaggio del Santuario nel mare della solidarietà e della carità, fatto di grande impegno e tanti traguardi raggiunti.

“Quale immagine migliore se non quello del mare, le cui acque non conoscono barriere, poteva spiegare l'infinito amore di sacerdoti, religiosi, religiose e laici impegnati nelle opere sociali del Santuario? - spiega una nota del Santuario - Da sempre, Pompei, città della carità, offre aiuto a chi ha più bisogno, senza fare distinzione di età, sesso, razza o religione”.

Nel tempo, le Opere di Carità del Santuario hanno, infatti, sperimentato diverse formule di accoglienza, come i centri diurni, le case famiglia, gli ambulatori, la mensa per i poveri, la casa per ragazze madri, il centro per il recupero dalla droga, aprendosi, negli ultimi mesi, anche a quella di donne immigrate. Gli ospiti dei Centri Educativi saranno così marinai per un giorno, navigando su una rotta fatta di condivisione e allegria e, testimoniando, in modo concreto, il frutto di questa carità.

La nave sarà comandata dal Capitano di Vascello Guglielmo Cassone, la cui collaborazione è stata preziosa per la realizzazione dell'evento. Il viaggio si svolge nell'ambito delle iniziative per il 35° anniversario della Beatificazione di Bartolo Longo, avvenuta il 26 ottobre 1980.