"Lo scioglimento è stato il funerale di Torre Annunziata". Tania Sorrentino, vedova di Maurizio Cerrato, ha risposto alle parole dell'ex vicensidaco di Torre Annunziata Lorenzo Diana. Quest'ultimo aveva detto che l'omicidio del marito era stata la goccia che aveva fatto traboccare il vaso. Infatti il parlamentare anticamorra voleva portare l'argomento sicurezza in consiglio comunale, trovando, a suo dire, l'indifferenza da parte di Ascione e compagni.

Diana voleva anche intitolare la piazzetta di via IV Novembre a Maurizio Cerrato. Un progetto rimasto tale, visto quanto accaduto successivamente.

Tania Sorrentino, presente all'incontro "Napoli libera dalla camorra" al quale hanno presenziamo anche don Patriciello e Sandro Ruotolo tra gli altri, ha così parlato.

“E’ dura anche se già avevo sentito il punto di vista di Diana. L’omicidio Cerrato ha scosso tante anime e tante le ha rese dormienti. Dobbiamo aspettare e capire cosa succederà prima di accusare le persone. Ovviamente Torre Annunziata era già morta, lo scioglimento è stato solo il funerale. Attendiamo i risvolti”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai al video