Tu aiutavi tua figlia, mentre un papà ti uccideva con il figlio”. E’ ancora tanta l’amarezza per Tania Sorrentino. La moglie di Maurizio Cerrato ha affidato alla pagina Facebook dedicata alla memoria del marito il commento sull’arresto di Francesco Cirillo.

Il 67enne è accusato di omicidio in concorso assieme a Giorgio e Domenico Scaramella e soprattutto a suo figlio Antonio. Quest’ultimo ha ammesso di aver inferto la coltellata letale al povero Maurizio Cerrato.

Queste le parole di Tania Sorrentino dopo aver appreso dell’arresto che ha fatto finalmente luce sul delitto del 19 aprile scorso in via IV Novembre a Torre Annunziata.  “Amore mio- scrive rivolgendosi al compinato marito- Finalmente il cerchio si sta chiudendo e più andiamo avanti, più si capisce quanto marcio ci sia dietro a questa storia. Tu sei andato lì e andresti mille volte per aiutare tua figlia. Poi vieni a conoscenza che hai incontrato un altro padre che come te ha aiutato il figlio. La differenza è che lo ha aiutato a ucciderti senza pietà. Ora capisco che questo mondo non poteva più appartenerti perché c’è troppa malvagità. Tu che amavi e rispettavi il prossimo più di te stesso. Chissà se padre e figlio condivideranno la stessa cella . Le tue figlie non potranno condividere con te nemmeno quello. Ma a loro tu hai donato la tu vita, ricordi e valori  e un amore che non si potrà  mai misurare. Per sempre noi”.

il coltello

La dinamica dell'arresto

La rivelazione

Il particolare

il pizzino

Il fatto