Stava utilizzando il suo smartphone a bordo di un treno della Circumvesuviana quando, all'apertura delle porte del treno nella stazione di Torre Annunziata, un rapinatore glielo porta via e scappa. Ma la vittima, un torinese, lo insegue e cerca di riprendere il suo telefonino, inconsapevole che il malvivente è anche un pugile.

Dopo una corsa di qualche metro il furfante inciampa, cade e viene raggiunto dalla vittima che rivuole il suo telefono. Il rapinatore-pugile si rialza e inizia a sfogare tutta la sua rabbia scaricando una raffica di pugni addosso al poveretto.

La scena, per fortuna, è stata ripresa con il cellulare da un passeggero che scatta una foto al rapinatore e così ne consente l'arresto.

Il fatto è accaduto a Torre Annunziata: la foto, trasmessa dal passeggero ai carabinieri  ha consentito di individuare, a poca distanza dalla stazione, Gennaro Cozzolino, 23 anni, già noto alle forze dell'ordine.

Il rapinatore poco tempo prima su Facebook aveva scritto: "Cerco di aiutare sempre il mio prossimo, anche se il mio prossimo non aiuterebbe mai me". Per la vittima 25 i giorni di prognosi a causa delle botte.