L’amministrazione, almeno sindaco e assessore, era già a conoscenza di questa situazione incresciosa molto tempo prima che arrivassero le bollette”. Questo il contrattacco del consigliere di minoranza Gennaro Langella alle affermazioni di Costabile, che avevano messo in evidenza come l’amministrazione Balzano non avesse alcuna responsabilità sulla questione. “Deve sicuramente esserci stato un incontro tra i vertici dell’amministrazione ed Equitalia mesi addietro. Non sono questioni che piombano così dal nulla – argomenta il consigliere di opposizione – Siamo stati noi a sollevare il problema nell’ultimo consiglio comunale”.

Queste “entrate straordinarie”, perché così verrebbero classificate in bilancio, delle quali l’amministrazione potrà disporre senza vincoli di destinazione, rappresenterebbero una vera e propria ‘manna dal cielo’. “L’amministrazione Balzano non sta facendo nulla, perché, in questo modo, avrebbe la possibilità di coprire tutte le azioni che sta portando avanti – continua l’ex sindaco – Il nostro è un sospetto più che legittimo ed è suffragato dai fatti. Abbiamo fatto richiesta di convocazione di un consiglio comunale e nessuno ci ha risposto. Per quanto riguarda il tavolo tecnico, la prima volta è stato rinviato, la seconda volta hanno trovato la scusa dell’avvocato malato ed è stato rinviato a data da destinarsi”.

Allo stato attuale delle cose, pertanto, i cittadini boschesi saranno costretti a pagare e, a giudizio di Langella, “non si adotterà nemmeno una sorta di ‘restituzione’ di queste somme tramite sgravi fiscali per l’anno 2016, così come noi abbiamo proposto nell’ultimo consiglio, qualora non si giungesse ora ad una soluzione”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Venerdì l'incontro con l'avvocato dell'Ente

La risposta degli avvocati