“Nuovo rinvio per l’apertura delle scuole” E’ questo l’annuncio da Vincenzo De Luca nel corso della sua diretta su Facebook del venerdì.

“In questo momento i genitori sono sinceramente preoccupati. La riapertura per il 24 era una previsione, ma noi non apriremo nulla se non avremo la sicurezza a livello epidemiologico –ha affermato- Abbiamo scelto una linea di rigore e di tutela per i bambini, per le famiglie e per i loro compagni di scuola. Non voglio anticipare nulla, ma probabile che non si riapra. Andremo verso una proroga, ci devono essere condizioni di assoluta tranquillità”.

Il governatore della Campania ha fornito i numeri della propria regione, confrontandolo con le altre. Abbiamo fatto in modo che la Campania avesse la media morti minore d’Italia, nonostante abbia la più alta densità abitativa d’Italia. In estate abbiamo aperto la mobilità in tutte le direzioni e uniformato il nostro Paese. In queste condizioni abbiamo fatto un terzo miracolo. Ed è testimoniato dati e non dallo sciacallaggio.

Per quanto riguarda i decessi rimaniamo la Regione più tutelata d’Italia. Per le terapie intensive oggi con uno sforzo immane al 29% di posti occupati, cioè sotto la media nazionale. Abbiamo 194 su 656 disponibili e un tasso di occupazione di quelli ordinari del 48%. Appesantimento dei pronto soccorsi. Mai chiesto l’ospedale militare, è servito solo a drammatizzare la situazione. Non abbiamo bisogno dell’esercito, ma di personale”.

la richiesta