Il gruppo del Partito democratico del Consiglio regionale della Campania ha lanciato un appello al Governo per la sospensione delle demolizioni per le abitazioni di prima necessità alla lice dell'emergenza abitativa.

 "Sono circa 32 mila - spiegano i consiglieri dem - le case che devono essere abbattute nella nostra regione ma alla luce dell'emergenza sanitaria in atto è utile sospendere per 12 mesi queste procedure che appaiono in contrasto con le misure anticovid. Abbiamo perciò preparato un emendamento e ci siamo appellati a tutti i parlamentari PD affinché lo sostengano. Abbiamo chiesto, inoltre,  a tutte le forze politiche nazionali, affinché la problematica delle demolizioni  sia definitivamente affrontata in modo da garantire che la ripresa dei provvedimenti di demolizione, avvenga mediante una vera e propria “graduatoria delle priorità”, inserendo ad esempio tra i primi posti gli ecomostri, i beni confiscati alla camorra abusivamente costruiti e non riutilizzati a fini sociali, gli immobili in stato grezzo, le seconde case, le case edificate in aree vincolate e protette e in fondo a tale graduatoria gli immobili di prima necessità”.