La Polizia di Stato di Torre Annunziata, nell’ambito di predisposti servizi per il rintraccio di persone ricercate dall’Autorità Giudiziaria, dopo intense ricerche, ha catturato Massimo D’Agostino, classe ’78 nato a Torre Annunziata, pregiudicato per associazione per delinquere di tipo mafioso, omicidio, lesioni, resistenza a Pubblico Ufficiale, evasione, estorsione ed associazione per delinquere, pericoloso latitante di questo territorio ed elemento di spicco della famigerata organizzazione criminale del clan D’Alessandro, attiva nella zona stabiese.

Nelle prime ore di questa mattina, un nutrito numero di agenti, individuato il covo del latitante in Via Parini  nel centro cittadino torrese, dopo aver cinturato l’intera area, hanno fatto irruzione all’interno di un basso adibito ad abitazione.

All’interno hanno sorpreso D’Agostino che, nonostante cercasse di allontanarsi dal posto declinando false generalità, veniva riconosciuto e tratto in arresto: nell’agosto del 2013, da detenuto presso il carcere di Taranto, ottenuto un permesso premio, evadeva non facendone più rientro. All’atto dell’arresto lo stesso veniva trovato in possesso di un revolver Smith&Wesson calibro 38 con matricola abrasa e relativo munizionamento.

Dopo le formalità di rito lo stesso veniva associato al carcere di Poggioreale a Napoli per essere successivamente sottoposto anche a giudizio per direttissima, innanzi al locale tribunale per il reato di detenzione illegale di arma da fuoco clandestina e munizionamento.

vai al video