“Ora però il Movimento non dovrebbe più inviarmi mail ne chiedermi di contribuire a costruire leggi. Se sono sporco per essere eletto, a maggior ragione lo dovrei essere per le leggi”. A fomentare questa volta la polemica contro il Movimento 5 Stelle nazionale è il noto attore di Castellammare di Stabia, Gaetano Amato.

Poche ore fa, l’ex poliziotto della serie televisiva ‘La squadra’, ha scritto un post al vetriolo sulla pagina personale su facebook.

“Non sono candidabile”, ha esordito Amato, che ha spiegato il perché: “C’è una regola che dice che chi è stato già candidato anche se da indipendente con altri partiti non può candidarsi. Può fare l’attività di gazebo, di volantinaggio, i cortei ma non il candidato”.

Non si placano, quindi, le polemiche contro il partito di Beppe Grillo a pochi mesi dalle prossime elezioni regionali per le quali verranno chiamati alle urne anche i cittadini della Campania. A maggio, infatti, ci sarà il rinnovo del consiglio regionale e la scelta del candidato governatore.

“C’è Lucia di Cicco che combatte da anni per la sua terra e che come me si candidò non perché era dell’IdV ma perché pensava che arrivando in regione avrebbe potuto fare di più – continua Amato che si chiede – Meglio i vari Mastrangelo? E se Dario Fo offrisse la sua disponibilità non lo accetterebbero?”. Infine, conclude l’attore stabiese: “Voterò comunque 5 Stelle ma non potrò mai condividere le regole da Ku Klux Klan”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"