Tre dipendenti in nero che lavoravano senza protezioni anticovid.

I carabinieri di Poggiomarino hanno denunciato un cittadino bengalese di 36anni, ritenuto responsabile di violazioni alla normativa sul lavoro. L’uomo è titolare di un opificio tessile situato in via Iervolino nella cittadina vesuviana.

Al suo interno i militari dell’Arma hanno trovato tre lavoratori in nero, tutti stranieri. Ben 17 le sanzioni notificate per un totale di 90mila euro. Nello stabilimento venivano utilizzati macchinari non a norma e non era garantita la sorveglianza sanitaria dei lavoratori, la loro formazione in materia di sicurezza, né tantomeno erano stati consegnati i dispositivi di protezione individuale. Accertata anche l’evasione contributiva per complessivi 130mila euro.

L’attività è stata sospesa.

(foto: repertorio)