Il 13 giugno dell’anno scorso, in un articolo de Lo Strillone e nella gallery sul parco Penniniello c’è la testimonianza di cumuli di rifiuti che erano sparsi ovunque, problemi sanitari e l’invasione di animali, ratti ed insetti che avevano aspettato il caldo per uscire e bivaccare per le strade. Le foto di oggi testimoniano lo stesso. È sconcertante come il tempo, in molte zone della città si sia fermato, non solo nell’ultimo anno ma da tempo immemore ormai.

Mentre il contratto di quartiere procede con estrema lentezza – solo qualche settimana fa il nuovo bando di gare per la realizzazione delle altre strutture – le persone, purtroppo, continuano a vivere tra la 'munnezza'. È indubbiamente vero che i cumuli sparsi ovunque ci sono perché molti, ancora oggi, si ostinano ad andare in direzione contraria alla raccolta differenziata. È vero anche che, se ci sono divani, materassi, reti, frigoriferi e molti altri elettrodomestici per la casa sparsi per le strade e le viuzze che circondano quei palazzoni grigi, è solo perché c’è chi non vuole scomodarsi a chiamare il servizio di raccolta degli ingombranti, peggio ancora poi sarebbe per questi andare di persona all’isola ecologia. Ecco perché trovano comodo appoggiare le cose in disuso di fronte la porta di casa o, per pigrizia, lanciarli dal balcone o dalla finestra.

Però se tutto questo è vero, è innegabile anche che le amministrazioni comunali, che si sono succedute, hanno letteralmente abbandonato a se questi quartieri tracciando una linea netta di demarcazione tra il ‘centro della città’ che inizia al confine di Torre del Greco e finisce ‘all’Annunziata’ con tutto il resto della ‘periferia’. Per questo motivo sono diventati periferici i palazzi del parco Penniniello, tutta la zona di Rovigliano e la Ferriera, il rione dei Poverelli e, persino, grossa parte di via Vittorio Veneto.

Una divisione che ha portato gli amministratori ad occuparsi poco e male del corso cittadino, per niente di tutto il resto. Se le istantanee delle ‘periferie’ di Torre Annunziata sono uguali o peggiorano di anno in anno il motivo, quindi, non è solo da ricercare nell’inciviltà dei cittadini, che va ammonita, ma soprattutto nell’incapacità della ‘politica’ ad una programmazione lungimirante e scevra da ogni condizionamento.

vai alle foto

‘Munnezza’ e amnesia al Penniniello

Bonifica al Quadrilatero

La bonifica

Il degrado di via Castello

La scuola abbandonata del Penniniello

Discarica al quadrilatero carceri