“Proposta progettuale ammissibile ma non finanziata”. È quanto hanno potuto leggere il dirigente alle Politiche sociali di Torre Annunziata, il dottor Porfidio Monda, e l’assessore ai Beni culturali, Antonio Irlando, come risposta al bando ‘Le vie di Oplonti’ che richiedeva un finanziamento di 180 mila euro alla Regione Campania.

IL PROGETTO. Con delibera di giunta 32, del 20 marzo scorso, l’amministrazione guidata dal sindaco Starita si è candidata a partecipare al bando regionale dedicato al turismo e denominato ‘ITINERARI’. Il piano presentato dall’Ente oplontino prevedeva la possibilità di istituire una Oplontis Card, l’allestimento di un ‘Welcome point’, l’app multilingua ‘Oplontis’ ed in particolare un programma strutturato in 4 percorsi tematici, che si sarebbero dovuti tenere nei weekend di ottobre, e che toccavano altrettante zone significative della città. ‘Le vie dell’archeologia’ con visite guidate agli scavi di Oplonti, ‘Le vie della storia’ con visite teatralizzate allo spolettificio Borbonico, ‘Le vie del cibo’ con degustazione di prodotti tipici dell’area vesuviana da tenersi nella villa comunale e il ‘Racconto di un territorio’ con una rassegna di street art lungo la banchina del porto.

L’idea di Torre Annunziata, che sarebbe stato comune capofila, si sarebbe sviluppata in partenariato con le città vicine di Boscoreale, Boscotrecase, Castellammare di Stabia e Trecase che avrebbero partecipato promuovendo le eccellenze enogastronomiche e collaborando attivamente alla realizzazione degli itinerari presso le cantine locali.

Una battuta d’arresto, dopo i fondi ricevuti per gli ‘Ori di Oplonti’. Il progetto presentato da Palazzo Criscuolo è arrivato al cinquantacinquesimo posto, in una lista dove solo le prime 31 proposte sono state finanziate. Tra gli spettacoli che saranno supportati dai fondi regionali, quello che ha ottenuto il maggior punteggio, risultando il primo della classifica, è il celebre premio Positano ‘Leonide Massine’. Immediatamente dopo ‘Notte per Caruso’ del comune di Sorrento ed il premio Charlot di Salerno.

Apertura straordinaria

Apertura no stop il primo maggio

Il finanziamento dell'Ente

Il commento di Alfano

La curiosità

Gli ingressi al 31 marzo

Starita: 'Mostra prolungata'

Il monito dei 5 Stelle

Gli studenti alla mostra

La nostra risposta

Mostra, questa sconosciuta

Niente pubblicità anche a Pompei e Boscoreale

Il commento di Osanna

Starita: 'Il palazzo sede museale permanente'

L'inaugurazione l'11 marzo

'Dopo la mostra, il museo in città'

La Regione sblocca il finanziamento

Mostra rimandata al 30 novembre

La dedica a Khaled al Assaad

Approvato il finanziamento

Gli 'Ori di Oplonti'. Il commento di Irlando

La mostra degli 'Ori di Oplonti'