“Promuovere la politica dell'ascolto, tra la gente e per la gente, con umiltà e spirito di sacrificio”. Sono le parole di Imma Dota, neo segretaria della “Lega Salvini Premier” di Torre Annunziata. Docente di scuola primaria, formatrice per enti accreditati al Miur e alla Regione Campnia e con un dottorato di ricerca sulle devianze giovanili e dispersione scolastica, Dota punta a inaugurare una politica che sia più vicino alle reali esigenze del cittadino.

Più spazio alle donne

L'investitura è arrivata direttamente dai vertici provinciali che hanno scelto di puntare su una donna. “Voglio ringraziare il segretario provinciale Vincenzo Catapano e il vice Carlo Longobardi per la fiducia accordatami, insieme al consigliere comunale Mauro Iovane, a cui va tutta la mia stima. La scelta di Iovane di lasciare la maggioranza dopo appena cinque mesi dalle elezioni – spiega -, è un atto di responsabilità e lealtà nei confronti degli elettori che avevano creduto alle promesse del sindaco Vincenzo Ascione. Promesse puntualmente disattese”.

Le ragioni della scelta

Sulla decisione di intraprendere questa nuova avventura, dopo la sua candidatura al consiglio comunale alle precedenti elezioni, Dota ha precisato che non è stata una scelta a cuor leggero. “Ho accettato l'incarico consapevole della responsabilità che comporta su un territorio confinato in un limbo di incertezza e precarietà. Questa città è stata troppe volte illusa e strumentalizzata. Sono anni che sentiamo parlare di cambiamento da chi regge le sorti di Torre Annunziata. I problemi di ieri sono quelli di oggi, con una prospettiva per nulla esaltante”.

I problemi irrisolti

Criminalità e crisi economica sono questioni irrisolte che per Imma Dota richiedono soluzioni diverse. “Ci si appresta a inaugurare un nuovo mega centro commerciale, presentato come l'antidoto a tutti i mali, ma non ci si accorge che stiamo condannando il commercio locale.

Da docente, dico che la criminalità va combattuta anche con le armi della cultura e dell'istruzione scolastica, investendo soprattutto tra i giovani. Al cambiamento millantato dai nostri amministratori, rispondo che daremo battaglia attraverso il riscatto delle coscienze”.

Le regionali

La prima sfida arriverà con le prossime elezioni regionali. “Il gruppo Torre Annunziata, insieme ai giovani della Lega Salvini Premier, darà il proprio contributo per dare un segnale importante anche a livello comunale. Non scenderemo in campo per fare le comparse. Questo appuntamento elettorale sarà un'occasione anche per far capire a questa amministrazione che non è più gradita”