L’aeroporto di Capodichino si è scusato con il torrese Dario Ricciardi. Il giovane giornalista diversamente abile si era lamentato per il trattamento ricevuto da alcuni addetti alla sicurezza al suo ritorno dalla Sardegna.

Ricciardi ha lamentato di essere stato legato a una sedia con lo scotch, dinanzi al volto spaventato dei genitori.

Un’inadeguatezza nei confronti del giovane di Torre Annunziata, da tempo impegnato nella sua battaglia per i diritti dei diversamente abili, che non è passata inosservata a Davide Behar, responsabile Direzione Risorse Umane & Organizzazione GESAC S.p.A.. Quest’ultimo ha risposto al post di Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde, che a seguito della segnalazione del nostro giornale ne aveva anch’egli denunciato l’accaduto.

“Ho letto con attenzione la Sua segnalazione che peraltro ci era già pervenuta da vari altri canali fra i quali il Forum Campano di Associazioni di Malattie Rare .

In primo luogo nell'unirci alla sua solidarietà verso il dottor Ricciardi per lo spiacevole episodio nel quale stato coinvolto intendiamo ribadire le nostre scuse rispetto al grave disservizio verificatosi”.

“D'altro canto –ha aggiunto Behar- E’ nostro intento rassicurarla rispetto alla circostanza che quanto accaduto rappresenta soltanto un ingiustificabile episodio isolato ben distante dai nostri consolidati standard che prevedono adeguati mezzi dati in comodato d'uso gratuito alla società GH Napoli che si è aggiudicata la gara per lo svolgimento del servizio di assistenza ai passeggeri a ridotta mobilità.

Ribadiamo infine che siamo ben lieti di ospitare il dottor Ricciardi per confermargli il nostro rammarico rispetto a quanto accaduto”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"