Una chiacchierata intensa alla fine della conferenza stampa. Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle, si è intrattenuto a parlare con la famiglia di Maurizio Cerrato e la vedova di Antonio Morione. Un momento assai denso di significato. L’ex premier, intervenuto per l’evento “Ricostruiamo Torre Annunziata” ha voluto parlare in prima persona con loro portando la sua vicinanza.

A prendere la parola è stata in primis Maria Adriana Cerrato. La figlia di Maurizio ha raccontato a Conte i tragici momenti in cui le 4 belve ammazzarono il padre accorso per difenderla durante una lite per un parcheggio. La vedova Tania Sorrentino, invece, ha parlato del velo di omertà che si è creato attorno al loro nel corso delle indagini. Anche la figlia ha evidenziato che potevano essere chiuse prime. Poi è toccato a Maria Rossi. La vedova di Antonio Morione, il pescivendolo ucciso a Boscoreale il 23 dicembre nel corso di un tentativo di rapina, era commossa dinanzi al leader pentastellato.

Queste le parole di Tania Sorrentino a margine. “Il presidente Conte già lo stimavo molto. A Maria Adriana ha chiesto se è sempre stata così coraggiosa. Ci ha chiesto se avevamo bisogno di scorta, ma noi siamo la Torre Annunziata per bene non ne abbiamo bisogno”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

vai alle foto

vai al video

L'omaggio

Le dichiarazioni

Il ricordo

La visita