"Un'intera comunità si è sentita orgogliosa grazie a Irma Testa". La delusione lascia spazio comunque alla gioia. Irma Testa ha visto concludersi con un bronzo il suo cammino alle Olimpiadi di Tokyo. L'azzurra è stata sconfitta in semifinale dalla filippina Petecio.

Non è bastato un grande primo round per l'atleta di Torre Annunziata, che ha comunque regalato mille emozioni nel corso della settimana. E' comunque soddisfatto il maestro della Boxe Vesuviana Lucio Zurlo, mentore di "Butterfly". In maniera più che scaramantica ha visto tutti gli incontri assieme a Lucia, sorella di Irma, al "Non Solo Caffè Reload" in corso Vittorio Emanuele.

Malgrado l'uscita di scena, il maestro è felice del cammino della sua pupilla. "Prepariamoci ad accogliere Irma. Ci ha fatto svegliare di notte, regalandoci gioie ed emozioni. Grazie a lei un'intera comunità si è sentita orgogliosa. Poi ha mantenuto la promessa che mi aveva fatto di tornare a Torre Annnunziata con una medaglia olimpica al collo".

Il messaggio

Il momento toccante

Il commento di Irma

L'omaggio

A un passo dal sogno