Lutto nel mondo del calcio: è morto Gianni Di Marzio, ex allenatore e dirigente sportivo italiano, consulente del Palermo. L'annuncio è stato dato dal figlio Gianluca, giornalista a Sky.

Di Marzio, 82 anni, aveva avuto un'ottima carriera da allenatore e negli anni '70 portò il Catanzaro in serie A. Nel 1977 arrivò sulla panchina del Napoli del Napoli, guidato alla finale di Coppa Italia. Fu proprio lui a scoprire in Argentina un giovanissimo Diego Maradona segnalandolo al presidente Corrado Ferlaino ma l'operazione non fu possibile a causa della chiusura delle frontiere al mercato. Aveva conservato uno splendido rapporto con il Pibe.

Nel corso della sua lunga carriera, ha allenato anche Nocerina e Juve Stabia, ricevendo per ben due volte il premio “Panchina D’oro”. Persona competente e disponibile, con la quale era sempre un piacere fermarsi a parlare. Di calcio ovviamente. Per molti è stato un vero e proprio punto di riferimento e uomo di sport.

A parlare di lui è stato anche il sindaco di Terzigno Francesco Ranieri. Prima di entrare nel mondo della politica, il primo cittadino è stato un giocatore molto stimato tra i dilettanti. Il suo ricordo lo ha portato indietro al 1997, dopo una semifinale persa ai rigori a Mestre, contro la formazione Primavera del Venezia. Ranieri era in prova con i lagunari dopo aver concluso la stagione con la Scafatese in serie D. Negli spogliatoi entra il direttore sportivo del Venezia, Gianni Di Marzio: “Si avvicinò a me, in quel momento timoroso. Mi disse ‘Bravo a prescindere, sei stato il migliore in campo’. È la mia ultima grande emozione vissuta nel calcio che conta. Di lì a poco scelte errate fanno svanire il sogno. Ma non importa, ringrazierò sempre il calcio per avermi dato la possibilità di conoscere persone di cotanto elevato spessore umano”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"