"È stato un duro lavoro, lungo e attento, che è riuscito a dare i suoi frutti! Il M5S avrà la sua lista alle prossime comunali di Pompei” – ad annunciarlo è la senatrice Virginia La Mura in un lungo post sulla sua pagina Facebook.

I pentastellati sciolgono la riserva quindi e annunciano ufficialmente la loro partecipazione alla tornata amministrativa del prossimo settembre.

“Ne diamo notizia solo adesso perché, in quanto forza politica seria e sensibile alle tematiche del territorio, volevamo offrire solo il meglio alla nostra città e non volevamo partecipare solo per pura sfida elettorale. Ora possiamo dire a tutti i cittadini che Pompei ha finalmente una speranza di cambiamento con dei validi candidati e un programma concreto che presto renderemo noti” – continua la senatrice.

Quindi per il momento c’è solo l’ufficialità della presenza del simbolo, ma in attesa di conoscere i nomi dei candidati alla carica di consigliere e del candidato sindaco, l’esponente del Movimento Cinque Stelle si focalizza sul programma che a suo dire “mette al centro il rilancio culturale internazionale di Pompei, lo sviluppo di un turismo sostenibile e diffuso, la centralità dei cittadini nei processi decisionali. Per la ripresa dell’Italia nel post-covid il M5S, come forza di governo, sta mettendo in campo misure straordinarie attraverso ricette nuove e mai sperimentate. Provvedimenti di cui anche Pompei deve poter beneficiare per trasformare positivamente la propria realtà”.

“La presentazione della lista – continua La Mura - è il frutto di oltre 10 anni di attivismo e partecipazione di cittadini che vogliono cambiare lo stato delle cose e che hanno prontamente risposto all’appello che abbiamo lanciato lo scorso 29 febbraio con Luigi Gallo e Sergio Puglia per dare la possibilità a chi volesse di offrire la propria disponibilità a candidarsi presentando il proprio curriculum. Da allora molte le richieste arrivate, tra le quali figurano i prossimi candidati a Pompei. Ci siamo e siamo perfettamente consapevoli di ciò che non funziona in centro città e soprattutto nelle periferie, di ciò che vogliamo finalmente cambiare!"