Poteva essere l'ennesima lite familiare che si trasformava in tragedia. Per fortuna la vittima, in questo caso, se l'è cavata con una ferita superficiale. Protagonisti della vicenda due consuoceri che hanno litigato all'interno della macelleria di via De Simone a Torre Annunziata, di proprietà del padre della ragazza.

La lite, stando quanto riferito ai carabinieri, è nata in seguito ad alcune vicende relative alla coppia di ragazzi. Al culmine della lite, quando gli animi erano esasperati, il padre del ragazzo, Giovanni Pagano, 42 anni residente a Boscotrecase, ha colpito il consuocero con un coltello di 35 centimetri la cui lama si è conficcata all'altezza delle costole, senza per fortuna colpire nessun organo interno.

Il ferito è stato portato all’ospedale di Boscotrecase dove i medici lo hanno giudicato guaribile in 25 giorni, mentre l'aggressore, trasferito a Poggioreale, è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio.