“Per il lavoro certosino sottolineato da Conforti non è stata coinvolta nessuna associazione di categoria. Neppure per un mero contributo, nonostante i destinatari siano gli stessi commerciati”. Gianluca Machetti, presidente di Confesercenti Pompei, rispedisce al sindaco Uliano le parole del suo consigliere.

Motivo della discussione è il regolamento per l’occupazione di suolo pubblico nel territorio mariano. Da mesi, ormai, c’è una controversia in città, legata soprattutto ad alcuni negozi che non hanno ricevuto l’autorizzazione e nemmeno la risposta alla loro richiesta nonostante, proprio quest’ultima, è obbligatoria nel nuovo regolamento approvato dal consiglio comunale.

Gerardo Conforti, in un comunicato ripreso dal quotidiano Metropolis, ha invitato “i commercianti ad informarci e denunciare se hanno subito blocchi ingiustificati per le loro concessioni. Abbiamo snellito il regolamento per dare la possibilità a tutti gli esercenti di poter ampliare lo spazio della loro attività”.

Secca la replica di Machetti: “È sufficiente verificare presso gli uffici competenti le richieste pervenute ed inevase. Così il consigliere può valutare se è d’obbligo procedere con relativi provvedimenti disciplinari. Da parte nostra – conclude il numero uno dell’associazione di categoria – proseguiremo con le azioni necessarie, anche quelle legali se è il caso, al fine di tutelare i danni subiti da tale lascivo comportamento contro gli operatori commerciali”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

I Consiglieri agli uffici: 'Sbloccate le richieste'